legge di bilancio 2018 – pagamento dei compensi istruttori/tecnici sportivi dilettanti

Importanti novità, circa i mezzi di pagamento ai propri dipendenti/collaboratori sono previste nella Legge di Bilancio 2018 ( Legge 27 dicembre 2017, n. 205), con decorrenza il prossimo 1 Luglio.

Nel merito i commi 910 e 912, prevedono :

910. A far data dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro o committenti corrispondono ai lavoratori la retribuzione, nonche’ ogni anticipo di essa, attraverso una banca o un ufficio postale con uno dei seguenti mezzi:
a) bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;
b) strumenti di pagamento elettronico;
c) pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;
d) emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato. L’impedimento s’intende comprovato quando il delegato a ricevere il pagamento e’ il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale, del lavoratore, purche’ di eta’ non inferiore a sedici anni.

912. Per rapporto di lavoro, ai fini del comma 910, si intende ogni rapporto di lavoro subordinato di cui all’articolo 2094 del codice civile, indipendentemente dalle modalita’ di svolgimento della prestazione e dalla durata del rapporto, nonche’ ogni rapporto di lavoro originato da contratti di collaborazione coordinata e continuativa e dai contratti di lavoro instaurati in qualsiasi forma dalle cooperative con i propri soci ai sensi della legge 3 aprile 2001, n. 142. La firma apposta dal lavoratore sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione.

Orbene, le Associazioni Sportive che erogano compensi ai sensi dell’art. 67 comma 1 lettera m del TUIR devono adeguarsi alle nuove disposizioni? E quindi devono procedere al pagamento dei propri collaboratori sportivi dilettanti attraverso sistemi di “tracciatura dei compensi”, oppure possono utilizzare ancora i contanti?

Il comma 910 specifica quali sono i rapporti di lavoro che dovranno adeguare i propri comportamenti a decorrere dal 1 luglio p.v., essi sono : “Dispositivo dell’art. 2094 Codice civile. È prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell’impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell’imprenditore”

Orbene le collaborazioni sportive dilettantistiche, diverse dalle collaborazioni coordinate e continuate del personale di segreteria sono inquadrate nel TUIR negli artt. tra il 67 e il 71 alla voce Redditi Diversi. I redditi diversi formano una categoria di reddito residuale, cioè l’insieme di redditi percepiti al di fuori dell’esercizio di imprese, arti o professioni e che non derivano da società commerciali o da lavoro dipendente o subordinato.
Per quanto sopra i compensi erogati agli sportivi dilettanti, di cui all’art.67 del TUIR con esclusione dei rapporti di collaborazione coordinata e continuata, sono esentati dalla riforma e potranno esser, ancora, corrisposti in contante.